Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Il sé autotelico

Cosa significa “autotelico”? Letteralmente significa “fine a se stesso”, ma qual è il significato reale, riportato alla nostra vita?

Nell’ambito della teoria del flusso (Flow)” di Mihaly Csikszentmihalyi, la persona con un sé autotelico tende ad apprezzare la vita, trae un piacere in assenza di finalità estrinseche, cioè senza preoccuparsi delle ricompense esterne, è intrinsecamente motivata nelle attività che svolge, crea armonia in tutto ciò che fa per raggiungere l’esperienza ottimale, lo “stato di flusso” (Flow). Non dipende da che cosa si fa, ma da come si fa.

Nell’esperienza ottimale l’energia scorre come un fluido, l’attività diventa spontanea, automatica, un tutt’uno con se stessi. L’attività che si svolge è in perfetto equilibrio tra le proprie abilità e risorse e nuove sfide e prospettive, creando così il benessere interiore. E’ un processo dinamico con una crescita psicologica che previene la minaccia dell’ansia e dello stress e, viceversa, il rischio di una vita monotona, di noia e di apatia.

La persona con un sé autotelico, invece che indebolirsi a causa di eventi negativi, riesce a sviluppare la capacità di trovare benessere interiore e lo stato di flusso indipendentemente dalle circostanze esterne, e a trasformare situazioni disperate in nuove attività, attraverso tre fasi principali:

  1. Sviluppare una personalità forte, non egocentrica, con fiducia e sicurezza in se stessi
  2. Mantenere l’attenzione sugli eventi esterni dell’ambiente circostante, con un’apertura mentale che permette di essere obiettivi e rendersi conto di possibili alternative alla situazione attuale
  3. Concentrarsi sulle possibili alternative, invece che sugli ostacoli, e scoprire nuove soluzioni.

Per essere autotelico servono alcune caratteristiche, quali:

– la consapevolezza di sé, e quindi la capacità di gestire intelligenza, emozioni e volontà

– la disciplina, la perseveranza, la coerenza e la flessibilità

– l’attenzione, la capacità di volgere intenzionalmente la concentrazione sull’esperienza in modo da renderla di qualità

– la capacità di fare scelte e prendere decisioni senza eccessiva difficoltà e ansia.

Se sviluppi una personalità autotelica fronteggi in modo più efficace le avversità e le minacce, previeni malessere e stress ed aumenti la qualità della tua vita.

E tu, quali competenze vorresti sviluppare per una versione migliore di te, fino ad essere autotelico?


Autore: Valentina Reiner

Valentina Reiner è Certified Business Coach (CBC™) by Worldwide Association of Business Coaches (WABC), European Individual Accreditation (EIA) Coach/Mentor at Senior Practitioner Level by European Mentoring and Coaching Council (EMCC), Neuromanager Positivo Applicato (NPA®) by Apprendo Academy

Valentina Reiner
Valentina Reiner

Read English version


Fonti:

FLOW, Mihaly Csikszentmihaly