Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Quante felicità ci sono?

La parola Felicità deriva etimologicamente da: felicitas, deriv. felix, -icis, “felice”, la cui radice “fe-” significa abbondanza, ricchezza, prosperità, mentre il significato di Felicità è definito come:

– “Stato d’animo di chi è sereno, non turbato da dolori o preoccupazioni e gode di questo suo stato” (Treccani);

– “Stato di chi è felice, di chi ritiene soddisfatto ogni suo desiderio; gioia, soddisfazione completa” (Garzanti);

“Stato d’animo positivo di chi ritiene soddisfatti i propri desideri” (Wikipedia).

“Soddisfazione”, “stato d’animo” e “desideri” sono fattori soggettivi, sia di tipo intellettivo/emozionale sia di tipo materiale e che coinvolgono psiche-corpo-spirito-mente, tutte componenti che costituiscono l’Unicità (1) di ciascuna persona. Secondo la Psicologia Positiva 2, 3, 4 la Felicità è ottenibile ed è identificata come “la vita buona” o fiorente, il vivere secondo quei fattori che detengono il maggior valore nella Vita, che contribuiscono ad una vita vissuta e appagante, che portano alla soddisfazione della vita stessa. Un equilibrio tra Eudaimonia ed Edonismo.

Cosa sono e come differiscono tra loro questi due significati di Felicità?

  • Edonia (feeling good, pleasant life), la vita del piacere. Identifica il bene morale col piacere, riconoscendo in esso il fine ultimo dell’essere umano. Edonista è colui che considera il piacere il principale scopo della vita. La società dei consumi ci induce ad essere così, alzando sempre più l’asticella: per questo la Felicità sembra un’idea irraggiungibile.  L’Edonia è facilmente raggiungibile, può essere ad alta intensità, ma è uno stato temporaneo, quindi è una Felicità a breve termine.
  • Eudaimonia (living well, meaningful life), la vita dell’impegno. In Greco significa “il buon Demone”, cioè si è felici quando agisce in noi il nostro “buono spirito” che è la nostra più intima natura. La Felicità è intesa come scopo fondamentale della vita, dal conoscere le nostre migliori capacità usarle mettendole al servizio di qualcosa più grande di noi. Motivazione e impegno fanno parte di questo approccio. L’Eudaimonia presuppone dedizione per la crescita personale, e per questo è una Felicità a lungo termine.

Qual è e come si raggiunge la “giusta” Felicità: con una vita di piacere (feeling good) o con una vita di impegno (living well)? Come in tutte le cose, è fondamentale trovare un equilibrio personale tra i due approcci alla Felicità, in modo che l’uno non diventi un ostacolo dell’altro 5.

Questo è possibile dato che ben il 90% del raggiungimento della Felicità dipende da come la nostra mente percepisce il mondo esterno e il mondo esterno influisce solo per il 10%. Se aumentiamo un atteggiamento mentale positivo nel presente, il cervello funzionerà molto meglio grazie al rilascio di Dopamina, l’”Ormone della Motivazione6”. Mente (atteggiamento mentale e comportamenti), cuore (pensieri ed emozioni) e corpo (funzioni neurofisiologiche) agiscono all’unisono nella direzione dello stare bene, di uno stato d’animo sereno e di godere di questo stato, cioè della Felicità.

E’ stato studiato dalle neuroscienze che solo il 25% del successo professionale può essere predetto dal Quoziente Intellettivo, mentre ben il 75% dipende dal livello di ottimismo, dal supporto dalle relazioni sociali e dall’abilità di considerare lo stress come una sfida e non come una minaccia.

Ne consegue che è la Felicità che porta al “successo” (participio passato del verbo succedere) perché aiuta a far succedere ciò a cui si sta aspirando1!


Autore: Valentina Reiner

Valentina Reiner è Certified Business Coach (CBC™) by Worldwide Association of Business Coaches (WABC), European Individual Accreditation (EIA) Coach/Mentor at Senior Practitioner Level by European Mentoring and Coaching Council (EMCC), Neuromanager Positivo Applicato (NPA®) by Apprendo Academy

Valentina Reiner
Valentina Reiner

Read English version


Fonti:

1. “Tu non sei come gli altri, tu sei te” (cit.) – The Deeping

2. TED Talk: https://www.ted.com/talks/shawn_achor_the_happy_secret_to_better_work?language=it

3. Positivity and Performance. Hom and Arbuckle (1988)

4. Happiness and Intelligence. Estrada, Isen and Young (1997)

5. https://www.thedeeping.eu/2021/01/22/come-superare-la-resistenza-ai-cambia-menti-e-trovare-il-proprio-equilibrio/

6. https://www.thedeeping.eu/2022/02/16/i-neurotrasmettitori-del-benessere-come-svilupparne-una-buona-dose/