Login

Lost your password?
Don't have an account? Sign Up

Come superare la resistenza ai Cambia-Menti e trovare il proprio equilibrio

I Cambia-Menti sono parte inevitabile della vita stessa, sono sempre presenti intorno a noi e molto spesso avvengono indipendentemente dalla nostra volontà, ma il modo in cui li affrontiamo e li viviamo dipende solo da noi e fa la differenza per trovare il nostro Equilibrio e il nostro Ben-Essere!

L’unica certezza della Vita sono i Cambia-Menti: la natura, la materia, l’energia, gli esseri viventi, si trasformano, si evolvono; anche il contesto politico, quello lavorativo ed economico cambiano in continuazione. Tutto ciò avviene con una velocità differente dalla nostra velocità personale di attuare Cambia-Menti per adattarci e questo ci porta a vivere situazioni di disagio, di insoddisfazione e di stress.


Ma come mai è così difficile attuare i Cambia-Menti?

L’Uomo per istinto è un conservatore di energia, cerca di mantenere situazioni conosciute, comportamenti consolidati che diventano abitudini, perché danno sicurezza, certezza, non presentano rischi e consentono di risparmiare energie mentali, dato che “la Mente non Cambia” ed entra in azione il pilota automatico! Quando i soliti Comporta-Menti rappresentano schemi superati, anacronistici, non più validi per le nuove situazioni che si sono venute a creare, richiedono dei Cambia-Menti, altrimenti diventano un fattore penalizzante e di stress. I Cambia-Menti rappresentano la novità, l’ignoto, lo sconosciuto, implicano dei conflitti interni, delle esperienze emozionali nuove, dei rischi da affrontare e quindi è necessaria una gran quantità di energia per modificare i vecchi Comporta-Menti in nuovi.

L’Uomo è restio ad affrontare il nuovo, perché sente maggiore il rischio dell’incertezza rispetto alla certezza di mantenere le proprie abitudini, di pensare e agire in modo consueto e automatico. Istintiva-Mente, pur enunciando di desiderarli, mostra a priori una “Non Accett-Azione” ai Cambia-Menti, si crea degli alibi, si oppone ed emerge la “Resistenza ai Cambia-Menti”. Questo accade perché subentra un meccanismo di difesa della sopravvivenza, ma ricordiamoci che in Natura sopravvive non l’essere vivente più forte, ma quello che si adatta più Facil-Mente!

Per superare la Resistenza ai Cambia-Menti dobbiamo avvalerci dell’Amore e di altre Emozioni Positive (dal latino “emovere”, muovere fuori, smuovere): sentirsi gioiosi, desiderosi, innamorati e appassionati di una persona, di una bramata situazione, del nostro Obiettivo dà una grande forza interiore. Questo stato d’animo ci dà una entusiasmante Motiv-Azione (dal latino “motus”, muoversi verso qualcosa di desiderato) per cambiare e raggiungere un Equilibrio di soddisfazione complessiva tra le molteplici dimensioni della Vita (famiglia, affetti, amori, amici, sport, divertimenti, cultura, interessi e svaghi vari e, ovviamente, lavoro): il cosiddetto Work Life Balance (WLF). Il WLF rappresenta l’integrazione equilibrata tra le nostre attività quotidiane, legate alla sfera personale, quella relazionale e quella lavorativa; è influenzato dalle diverse fasi della Vita, dalle nostre esperienze e dai nostri Valori; è legato all’unicità di ognuno di noi, quindi rappresenta il nostro Equilibrio personale, il nostro “Peso Forma Personalizzato”, il nostro Ben-Essere.

Ognuno di noi a livello fisico ha il proprio peso forma che si modifica con la crescita del corpo e così anche il “Peso Forma Personalizzato” cambierà con la crescita personale e le nuove situazioni che modificano nel tempo. L’unica strategia per mantenere il nostro “Peso Forma Personalizzato”, il nostro Ben-Essere, è quella di fare continui Cambia-Menti, per ripristinare un nuovo Equilibrio tra tutto ciò che inevitabilmente cambia dentro di noi ed intorno a noi nel corso della Vita! Quindi il trucco è semplice: Valorizzarsi e Rinnovarsi continuamente!


Come superare la Resistenza ai Cambia-Menti e raggiungere il Ben-Essere?

L’Obiettivo, le Emozioni Positive e le Motiv-Azioni che ci servono per superare la Resistenza ai Cambia-Menti e raggiungere un nuovo Equilibrio di Ben-Essere, vanno cercati dentro di noi. Anzi, sono già dentro di noi, dobbiamo “solo” riconoscerli ed esprimerli e per fare ciò è di grande aiuto il Coaching (life, business, sport coaching, a seconda del contesto).

Il Coaching è un percorso di crescita personale che parte dall’unicità di ognuno di noi e permette di:

  • aumentare la nostra consapevolezza,
  • aumentare la nostra autostima e fiducia in noi stessi,
  • capire i nostri bisogni,
  • individuare e definire gli nostri obiettivi,
  • valutare e sviscerare rischi e benefici della nuova situazione,
  • migliorare ed esprimere le nostre abilità rimaste latenti,
  • potenziare le nostre competenze comportamentali (soft skills) e
  • rafforzare la Motiv-Azione per mettere in atto nuovi Comporta-Menti che ci servono per raggiungere il Ben-Essere.

Il percorso di Coaching si può paragonare ad una serie di Allena-Menti in cui il Coach ci aiuta a identificare il nostro Obiettivo e a riconoscere il nostro modus vivendi che non risponde più alle attuali esigenze, ci incoraggia superare la resistenza ai Cambia-Menti, ci sostiene e ci supporta ad affrontare i nuovi Comporta-Menti, uno alla volta, a piccoli passi graduali come un gioco… il meraviglioso gioco della Vita!

Il Coach supporta la persona (il Coachee) a vivere Positiva-Mente le nuove situazioni come un’opportunità per rimettersi in gioco Efficace-Mente, per ritrovare il proprio Equilibrio e Ben-Essere. Il Ben-Essere della persona si traduce in una miglior performance a livello personale e professionale e di ciò ne beneficia anche l’azienda perché l’azienda è fatta dalle persone!


Valentina Reiner

WABC Certified Business Coach (CBC™) e EMCC Accredited Coach/Mentor at Senior Practitioner Level.